COMPRENDERE LA LIPOASPIRAZIONE


La lipoaspirazione è una metodica che viene impiegata per rimodellare il profilo corporeo rimuovendo il grasso in eccesso da specifiche aree quali: i fianchi, l'addome, la regione trocanterica, le ginocchia, il mento, etc.. La lipoaspirazione, conosciuta anche con il nome di liposuzione o di liposcultura, dopo oltre 25 anni di pratica regolare e quindi di sempre maggior affinamento della tecnica, prende oggi più correttamente il nome di lipoplastica. In nessun caso comunque la lipoplastica può sostituirsi ad una dieta ed all'esercizio fisico, ma dovrebbe essere riservata quindi solo a quei casi in cui le aree interessate non rispondano ai metodi tradizionali e non invasivi per la perdita del peso. Un buon candidato per la liposuzione deve innanzitutto avere delle aspettative realistiche circa il risultato, godere di buona salute, essere psicologicamente stabile ed avere dei tessuti elastici. L'età quindi non riveste un'importanza particolare, infatti i pazienti in età avanzata possono avere trofismo tissutale migliore dei pazienti più giovani.

 
 

PREPARAZIONE ALL'INTERVENTO


E' buona norma, a partire dalla settimana precedente all'intervento, non assumere acido acetilsalicico (aspirina) per evitare problemi di coagulazione, e per i fumatori astenersi per almeno 4 settimane (due prima e due dopo l'operazione).
Se si è reduci da un'infezione cutanea è necessario rimandare l'intervento chirurgico. Se si viene operati in regime di Day-Surgery (dimissione nello stesso giorno) è indispensabile che il paziente venga accompagnato da una persona che possa prendersene cura nel riaccompagnarla a casa e nelle necessità delle prime 24-48 ore.

 


L'INTERVENTO CHIRURGICO


Il tempo richiesto per eseguire una liposuzione varia evidentemente a seconda della quantità di grasso da asportare, del numero di aree da trattare, della tecnica scelta dal chirurgo. La procedura prevede in ogni caso un' infiltrazione dell'area da aspirare (tecnica tumescente), l'inserimento attraverso una minuscola incisione di una piccola cannula collegata ad un apparecchio che produce vuoto (aspiratore). Questa cannula, con un'azione meccanica, rompe il tessuto adiposo e lo aspira attraverso dei fori presenti sulla sua punta. L'infiltrazione che viene effettuata in precedenza, invece è un cocktail di soluzione fisiologica, anestetico locale e vasocostrittore che aiuta il chirurgo ad effettuare manovre più efficaci. La quantità di grasso aspirato varia a seconda della tecnica preferita dal chirurgo. Viene realizzata una medicazione modicamente compressiva e subito dopo, viene fatta indossare al paziente una guaina contenitiva.

 

 

L'ANESTESIA


L'intervento può essere condotto in anestesia generale, in anestesia spinale (epidurale) oppure in anestesia locale associata o meno a sedazione. La scelta dipende da vari fattori: la quantità di grasso da asportare, la durata dell'operazione, la preferenza del paziente oppure dall'area anatomica da trattare.
Se la quantità di grasso da asportare è ridotta ed i siti da trattare sono pochi, è ipotizzabile praticare soltanto una anestesia locale che consente una dimissione immediata. Man mano che aumenta la quantità di grasso e le aree da trattare si passerà ad un'anestesia locale con sedazione, che può ancora prevedere la dimissione in giornata (day-surgery), sino ad una anestesia generale che obbliga al ricovero del paziente.

 


IL POST-OPERATORIO


Il fastidio nel post-operatorio è presente per alcuni giorni, mentre il dolore è in realtà di lieve entità ed è ben controllato dalla terapia farmacologica. L'edema è notevole e nel primissimo periodo, in associazione al bendaggio, rende impossibile la visualizzazione del risultato. La guaina viene indossata per 4 settimane alla fine delle quali il gonfiore è notevolmente ridotto, le ecchimosi sono quasi totalmente scomparse e il nuovo profilo corporeo può essere finalmente visualizzato. L'attività normale può essere ripresa in un paio di giorni, mentre quella sportiva è sospesa per 1 mese. Alcune volte ed in alcuni casi il gonfiore può persistere anche per 6 mesi.

 


RIPRESA DELL'ATTIVITA'


La guarigione è un processo graduale che richiede tempo. Il ritorno alle normali attività è evidentemente in relazione all'entità dell'intervento subito, alle condizioni fisiche in cui si è affrontato l'intervento chirurgico ed alle singole capacità reattive.

Ci sono numerosi pazienti che riprendono le loro normali attività dopo 48 ore, ma generalmente una ripresa graduale non comincerà prima di 7 giorni. I punti di sutura delle piccolissime incisioni, vengono rimossi dopo una settimana. Qualsiasi attività sportiva va interrotta per almeno 1 mese. E' invece consigliabile sempre eseguire dei massaggi linfodrenanti dopo la quarta settimana, per ridurre gonfiore ed il periodo di ripresa post-operatorio.

 


IL NUOVO ASPETTO


Il paziente noterà subito il differente profilo corporeo, anche se occorreranno almeno 3 mesi per vedere un risultato vicino a quello definitivo, perchè l'edema (gonfiore) dei tessuti tende a persistere per lungo tempo dopo l'insulto subito.
Se le aspettative sono realistiche, il risultato sarà sempre soddisfacente e con un buon regime dietetico ed un esercizio fisico regolare, si potrà mantenere stabile nel tempo il nuovo profilo corporeo. La lipoaspirazione può cambiare l'aspetto e restituire l'autostima perduta.

 
 
Prima
Dopo
 
 
 
Rimozione tatuaggi, chirurgo plastico San Marino, Rimini, Cesena, Forlì, Ravenna, Pesaro, trattamenti laser.
[ND] web design      
realizzazione siti web Bologna